IN CHE MODO L’EPIDEMIA DI COVID-19 INFLUISCE SUL PROGRAMMA ERASMUS PER GIOVANI IMPRENDITORI?

La testimonianza di Simona Esposito, una giovane imprenditrice campana che opera nel mondo del turismo.

Simona Esposito è una giovane imprenditrice campana che opera nel mondo del turismo e sta attualmente partecipando a uno scambio imprenditoriale supportato dal programma Erasmus for Young Entrepreneurs. 

Negli ultimi quattro mesi si è trasferita a Las Palmas (Canarie) accolta da Ignacio Rodríguez di CoworkingC, spazio di lavoro e co-living per professionisti e aziende internazionali impegnati in IT, e-commerce e marketing online.  

L’obiettivo di Simona è creare Moon – No Place is Unreachable, una piattaforma digitale dedicata ai viaggiatori.

Qui per voi un video che descrive come Simona sta vivendo la sua esperienza, anche in questo momento di difficoltà globale

Simona ci ha tenuto a testimoniare l’utilità del programma europeo dedicato ai giovani imprenditori che desiderano arricchirsi professionalmente e personalmente.

Siamo contenti di aver favorito questo scambio in quanto intermediari del programma EYE per la Campania ed altre zone del sud Italia.

Ci teniamo inoltre a fornirvi alcune raccomandazioni

In risposta al #coronavirus #COVID19, i governi nella maggior parte dei paesi europei applicano restrizioni di viaggio e altre misure. Il programma Erasmus per giovani imprenditori rispetta tali restrizioni.

Per questo motivo, raccomandiamo a tutti i partecipanti di seguire i consigli nazionali e consultare il sito Web dei rispettivi ministeri (Ministero della sanità e / o Unità di crisi, ecc.) per le restrizioni aggiornate sui viaggi. 

Per ulteriori informazioni su Covid-19, incluse statistiche o consigli di viaggio dei singoli Stati membri, ecco la pagina web dedicata della Commissione europea.

Inoltre, a coloro che stanno progettando di partecipare in futuro ad Erasmus per Giovani Imprenditori – e che ci sceglieranno come punto di contatto locale – noi di Project Ahead consigliamo di contattarci prima di inviare la candidatura e di prevedere una data di partenza non immediata.

Per favore, prendetevi cura di voi e degli altri!

Project Ahead a Smau Napoli 2019

I prossimi 12 e 13 dicembre Project Ahead parteciperà a Smau Napoli, la principale piattaforma di business matching in Italia nei settori dell’innovazione e delle tecnologie digitali per imprese e pubbliche amministrazioni locali, organizzata alla Mostra D’Oltremare.

Sarà una bellissima occasione per presentare il Programma Europeo EYE – Erasmus per Giovani Imprenditori, attraverso il quale da anni aiutiamo gli aspiranti imprenditori europei ad acquisire le competenze necessarie per avviare e gestire con successo una piccola impresa in Europa.

Grazie a EYE i nuovi imprenditori apprendono e scambiano conoscenze e idee di business con imprenditori già affermati, dai quali vengono ospitati e con i quali collaborano per un periodo da 1 a 6 mesi. La partecipazione al programma è gratuita per tutte le parti coinvolte ed i nuovi imprenditori ricevono un rimborso spese dalla Commissione Europea.

A Smau Napoli faremo conoscere anche Dialogue Place, il nostro incubatore di imprese sociali e spazio di co-working ubicato nel cuore dei Quartieri Spagnoli. Al suo interno ospitiamo una community di innovatori sociali locali ed internazionali che ha già coinvolto migliaia di giovani in tutta Europa e che, attraverso percorsi di training, supporta progetti d’impresa con un impatto positivo sulla società e sull’ambiente.

Nell’ambito della due giorni alla Mostra d’Oltremare vogliamo segnalarvi in particolare due appuntamenti che ci vedrà coinvolti in prima persona, entrambi il giorno 13 dicembre: alle 10:00 parteciperemo all’evento di promozione di Open Italy organizzato da ELIS presso l’Innovation Lab; alle 13:00 saremo al Tavolo degli Innovatori, un momento di condivisione per la conoscenza e lo scambio di esperienze sui temi dell’Open Innovation.

“SMAU è il miglior contesto per la presentazione dei nostri percorsi di training e mentoring che supportano progetti di impresa innovativa, essendo l’appuntamento di riferimento per chiunque operi nei settori dell’innovazione e delle tecnologie digitali. Un evento che ci permette di raccontare tutto quanto è già stato fatto nell’ambito di imprese, startupper, professionisti e nomadi digitali, illustrando il loro impatto positivo sulla società e sull’ambiente. Ma che ci permette anche di far incontrare domanda e offerta di un mondo in continua evoluzione, ma grazie al quale nascono imprese, si costruiscono partnership e reti e ci si sente parte di qualcosa di grande”

Queste sono le parole del nostro CEO Marco Traversi, e se ve lo dice lui che è un appuntamento che non potete in nessun modo perdervi, dovete crederci.

E poiché vi vogliamo bene e siete la nostra community preferita vi regaliamo anche un ingresso omaggio per i due giorni di fiera alla Mostra d’Oltremare.
Per scaricare l’invito non vi resta che cliccare qui e registrarvi!

Vi aspettiamo!

”Prendiamoci cura” delle nostre comunità: consigli di lettura!

Quest’anno Project Ahead è partner di Ricomincio dai libri la fiera del libro di Napoli a ingresso gratuito che si terrà dal 4 al 6 ottobre a FoQuS – Fondazione Quartieri Spagnoli, apprezzabile esempio di rigenerazione urbana in cui ha sede la cooperativa con il coworking e incubatore di imprese sociali Dialogue Place.

Giunta alla VI edizione, la fiera si caratterizzerà per l’attenzione ai temi dell’accoglienza, delle migrazioni, dell’inclusione sociale, della comunità, delle buone pratiche ambientali, tutti ambiti racchiusi nello slogan “Prendiamoci Cura’’ scelto per quest’anno.

Ancora una volta la kermesse vedrà protagonisti autori di fama nazionale e internazionale, case editrici e associazioni che daranno il loro contributo alla cultura della città ai piedi del Vesuvio.

Lorenzo Marone, direttore artistico della fiera, ha detto:

«Mai come in questo momento storico e politico che viviamo la parola ‘cura’ assume un valore universale che ognuno di noi, nel suo piccolo, deve esportare. Cura per questo nostro pianeta sempre più sfruttato – dichiara Marone – cura per l’altro, per l’estraneo, il bisognoso, l’ultimo, cura per se stessi, per uno sviluppo sempre più forte dell’individuo, cura per le Istituzioni (sbeffeggiate a volte dai nostri stessi politici) e per il senso dello Stato, per la cultura, per le scienze e la conoscenza. Tre giorni di incontri – conclude Marone – in un quartiere complesso di Napoli, per fare questo: mettere al centro del discorso l’obbligo morale che abbiamo nel tendere la mano. Oggi più di ieri».

Noi siamo totalmente d’accordo!

Contribuiremo all’evento organizzando due presentazioni di libri nella Sala delle Stelle di Dialogue Place:

  • Venerdì 4 Ottobre ore 18:00-19:00, presentazione del libro Surus, l’elefante bambino. Cornacchia, il cane giocoliere (Iemme Edizioni 2019) di Ivan Esposito, con illustrazioni di Valentina De Luca.  Il libro, parte di un progetto socio-editoriale contro la povertà educativa, si compone di due storie illustrate, aventi ciascuna per protagonista le mascotte delle Ludoteche museali Arteteca: Surus e Cornacchia, l’elefante di Annibale e il cane di Caravaggio. Dialogheranno con l’autore, Maria D’Ambrosio, docente Pedagogia UNISOB e Ida Gennarelli, direttore Museo Archeologico Antica Capua.
  • Sabato 5 Ottobre ore 17:00-19.00, presentazione del libro Dove. La dimensione di luogo che ricompone impresa e società, (Egea, Milano 2019) di Paolo Venturi e Flaviano Zandonai. Un viaggio attraverso la trasformazione epocale della dimensione di luogo, che dall’impresa sociale arriva al cuore del capitalismo. Dialogheranno con l’autore Flaviano Zandonai, Marco Musella, docente Economia Politica UNINA e Filomena Carangelo, architetto urbanista.

Vi aspettiamo.

Eventi gratuiti. Info e prenotazioni: segreteria@pja2001.eu tel. 081 412404