Woman Entrepreneur of the Year Award 2020: la competizione per startup al femminile a cura di Project Ahead

Project Ahead è lieta di annunciare che fino al 30 gennaio 2020 sono aperte le candidature alla semifinale italiana del Woman Entrepreneur of the Year Award che si svolgerà a Napoli il prossimo 8 marzo nel co-working e Incubatore di imprese sociali Dialogue Place.

L’annuale competizione organizzata da Project Ahead è la tappa italiana del premio internazionale Impact2 creato da INCO, rete globale di acceleratori e startup sociali, a sostegno di donne eccezionali che in tutto il mondo hanno scelto l’imprenditorialità come percorso di vita e di emancipazione e come strumento per rispondere alle sfide sociali e ambientali delle proprie comunità.

Ogni anno diversi Paesi prendono parte all’iniziativa internazionale. Per l’edizione del 2019, oltre l’Italia, i partecipanti sono stati: Francia, Stati Uniti, Sudafrica, Nuova Zelanda, Rwanda, Corea del Sud, Spagna, Regno Unito,Tunisia.

Ciascun Paese coinvolto, con l’aiuto di una giuria composta dai membri locali della rete INCO, seleziona l’imprenditrice che lo rappresenterà al Gran Finale del premio.

La vincitrice italiana sarà invitata a partecipare al Gran Finale internazionale del Woman Entrepreneur of the Year Award durante l’Impact2 Word Forum di Parigi che si svolgerà a marzo 2020; in quella occasione avrà la possibilità di promuovere la propria impresa di fronte a 1500 change-makers provenienti da 50 diversi Paesi e di accedere al Network globale di INCO.

Possono partecipare alla competizione registrandosi qui entro il 30 gennaio 2020 le imprenditrici startupper con:

meno di cinque anni di esistenza (take-off o pre-development stage), un business model sostenibile (attività di lungo periodo), un impatto sociale o ambientale (la start-up deve proporre soluzioni innovative che contribuiscono ad affrontare problemi sociali o ambientali nel proprio paese o all’estero).

Le prime sei candidate, iscritte entro il 30 gennaio 2020 ed in possesso dei requisiti indicati nel bando, parteciperanno l’8 marzo alla semifinale italiana del Woman Entrepreneur of the Year Award che si svolgerà a Napoli, presso Dialogue Place, dove dovranno presentare in 10 minuti la propria idea d’impresa ad una giuria selezionata per l’occasione.

Tutte le info e gli aggiornamenti sull’evento saranno progressivamente forniti sul sito www.pja2001.eu e tramite i canali social di Project Ahead e dell’incubatore di imprese sociali Dialogue Place.

Per ulteriori dettagli scarica il bando qui

Italia-Spagna per la rigenerazione urbana, con Erasmus per Giovani Imprenditori

Vi raccontiamo una bella ed interessante esperienza lavorativa all’estero vissuta da una giovane imprenditrice italiana e resa possibile dal Programma europeo Erasmus per Giovani Imprenditori

E’ terminata da poco l’esperienza in Erasmus per Giovani Imprenditori di Raffaella Ceparano, architetta di 29 anni che con il supporto di Project Ahead ha realizzato uno scambio lavorativo presso la Voltes Cooperativa d’Arquitectura con sede a Barcellona.

Ecco cosa ci ha raccontato:

Il mio scambio è durato 5 mesi; ho scelto la Spagna e così sono stata ospitata da Voltes Cooperativa d’Arquitectura con sede a Barcellona. Grazie al Programma Europeo di scambio per imprenditori, la mia esperienza in Voltes ha avuto impatti incommensurabili sulla mia attitudine in vari campi come il lavoro di gruppo, la redazione di rapporti / scrittura analitica, il lavoro in un ambiente interculturale, l’organizzazione e il coordinamento delle attività. Questa esperienza ha ampliato la mia base di conoscenze, avendo avuto la possibilità di partecipare a tutte le attività di gestione della cooperativa: dalla divisione del lavoro, alle assemblee. Sento di aver acquisito competenze trasversali per analizzare il territorio, al fine di comprenderne le risorse e il potenziale, attivare percorsi di coinvolgimento degli abitanti e gestire complesse partnership territoriali per la rigenerazione urbana. Il focus della mia attività è stato esplorare le capacità tecniche e le azioni per utilizzare lo spazio urbano come campo di applicazione per l’innovazione sociale, in particolare nei settori del welfare, dell’inclusione sociale, dell’immigrazione, dello sviluppo locale. È stata un’esperienza molto arricchente e consiglio vivamente ad altri NE intraprendere questa esperienza

Tutto questo è possibile grazie a Erasmus for Young Entrepreneurs!

E tu, cosa aspetti? Non lasciarti sfuggire l’occasione di fare un’esperienza imprenditoriale all’estero per sviluppare la tua impresa o per verificare la fattibilità del tuo progetto, lasciandoti ispirare da chi ha già avviato la propria attività.

Il programma è rivolto anche agli imprenditori già affermati, ovvero coloro che sono titolari o responsabili di una PMI in Italia o nell’Unione Europea e che vogliono ospitare giovani ed aspiranti imprenditori europei.

Partecipa con noi al programma Erasmus per giovani imprenditori. Puoi registrarti qui.

Noi di Project Ahead siamo intermediari del Programma europeo Erasmus per Giovani Imprenditori per la Campania e gran parte dell’Italia meridionale peninsulare. Contattaci e ti guideremo nelle varie fasi dello scambio: dal percorso di registrazione, alla scelta della controparte per lo scambio, fornendoti tutte le risposte di cui avrai bisogno durante tutta la durata del progetto.

Per approfondimenti e chiarimenti sulla candidatura puoi raggiungerci anche in sede, negli spazi del coworking e incubatore di imprese sociali Dialogue Place, a Napoli in via Portacarrese a Montecalviario 69.

Ti aspettiamo

”Prendiamoci cura” delle nostre comunità: consigli di lettura!

Quest’anno Project Ahead è partner di Ricomincio dai libri la fiera del libro di Napoli a ingresso gratuito che si terrà dal 4 al 6 ottobre a FoQuS – Fondazione Quartieri Spagnoli, apprezzabile esempio di rigenerazione urbana in cui ha sede la cooperativa con il coworking e incubatore di imprese sociali Dialogue Place.

Giunta alla VI edizione, la fiera si caratterizzerà per l’attenzione ai temi dell’accoglienza, delle migrazioni, dell’inclusione sociale, della comunità, delle buone pratiche ambientali, tutti ambiti racchiusi nello slogan “Prendiamoci Cura’’ scelto per quest’anno.

Ancora una volta la kermesse vedrà protagonisti autori di fama nazionale e internazionale, case editrici e associazioni che daranno il loro contributo alla cultura della città ai piedi del Vesuvio.

Lorenzo Marone, direttore artistico della fiera, ha detto:

«Mai come in questo momento storico e politico che viviamo la parola ‘cura’ assume un valore universale che ognuno di noi, nel suo piccolo, deve esportare. Cura per questo nostro pianeta sempre più sfruttato – dichiara Marone – cura per l’altro, per l’estraneo, il bisognoso, l’ultimo, cura per se stessi, per uno sviluppo sempre più forte dell’individuo, cura per le Istituzioni (sbeffeggiate a volte dai nostri stessi politici) e per il senso dello Stato, per la cultura, per le scienze e la conoscenza. Tre giorni di incontri – conclude Marone – in un quartiere complesso di Napoli, per fare questo: mettere al centro del discorso l’obbligo morale che abbiamo nel tendere la mano. Oggi più di ieri».

Noi siamo totalmente d’accordo!

Contribuiremo all’evento organizzando due presentazioni di libri nella Sala delle Stelle di Dialogue Place:

  • Venerdì 4 Ottobre ore 18:00-19:00, presentazione del libro Surus, l’elefante bambino. Cornacchia, il cane giocoliere (Iemme Edizioni 2019) di Ivan Esposito, con illustrazioni di Valentina De Luca.  Il libro, parte di un progetto socio-editoriale contro la povertà educativa, si compone di due storie illustrate, aventi ciascuna per protagonista le mascotte delle Ludoteche museali Arteteca: Surus e Cornacchia, l’elefante di Annibale e il cane di Caravaggio. Dialogheranno con l’autore, Maria D’Ambrosio, docente Pedagogia UNISOB e Ida Gennarelli, direttore Museo Archeologico Antica Capua.
  • Sabato 5 Ottobre ore 17:00-19.00, presentazione del libro Dove. La dimensione di luogo che ricompone impresa e società, (Egea, Milano 2019) di Paolo Venturi e Flaviano Zandonai. Un viaggio attraverso la trasformazione epocale della dimensione di luogo, che dall’impresa sociale arriva al cuore del capitalismo. Dialogheranno con l’autore Flaviano Zandonai, Marco Musella, docente Economia Politica UNINA e Filomena Carangelo, architetto urbanista.

Vi aspettiamo.

Eventi gratuiti. Info e prenotazioni: segreteria@pja2001.eu tel. 081 412404

D.I.A.L.O.G.U.E SPOT – Enjoy it

Vi sono sfuggiti gli spot del progetto D.I.A.L.O.G.U.E.?

Ecco i link dove potete vederli e condividerli:

ENG version 

IT version 

Date anche un’occhiata al website www.dialogue-project.eu per essere aggiornati sulle date dei prossimi workshop che si terranno nelle cinque città ed in streaming!

Aspettiamo milioni di LIKE! 🙂

D.I.A.L.O.G.U.E. Multicultural business. Ripartono i seminari!

Ripartono i seminari del progetto DIALOGUE, finanziato dalla Commissione Europea nell’ambito del Programma per l’integrazione dei cittadini di paesi terzi.

Il progetto prevede una serie di iniziative e di servizi finalizzati a favorire la nascita di nuove imprese a forte valenza multietnica e multiculturale in diverse città europee, tra cui Napoli. La vision del progetto è che l’immigrazione e la diversità costituiscono una significativa opportunità di sviluppo economico del territorio e non una minaccia!

Segnate in agenda queste date: In questo quadro a Napoli partiranno tre seminari finalizzati a fare uno scouting di potenziali idee imprenditoriali proposte da giovani stranieri under 35 da avviare poi ad un successivo percorso di accompagnamento al business plan ed eventuale finanziamento per lo start up.

I seminari sono calendarizzati per il 30 settembre, il 21 ottobre e l’11 novembre.

Il 30 settembre vi aspettiamo dalle ore 09:30 alle ore 18.00, presso la sede del CSV Napoli, Centro Direzionale Is. E1 primo piano int. 2.

Per informazioni sul programma e per l’iscrizione al Workshop, contattare il numero 0815844993, oppure inviare una mail a dialogue@consorziocore.org, o accedere al sito http://www.dialogue-project.eu, nella sezione Laboratori tematici e compilare il format. Save the date! Dialogue PieghevoleA4_italiano-page-001Dialogue PieghevoleA4_italiano-page-002

SEMINARIO “L’impresa sociale on line: come usare il web per gestire progetti ed attività” – 28 Novembre 2013

Il seminario, organizzato da Project Ahead e Confcooperative Napoli, si propone di analizzare i bisogni delle cooperative/imprese sociali rispetto alle nuove tecnologie ed all’utilizzo del web e dei social media e come tali strumenti possano essere utilizzati efficacemente per produrre significativi vantaggi gestionali ed operativi nel loro lavoro quotidiano e nella gestione dei progetti, facilitando la promozione di alcune attività al fine di sfruttare al meglio il grande potenziale e riuscire a misurare l’impatto delle attività con l’obbiettivo di creare al tal fine: “l’impresa sociale 2.0”.

Come per il sistema economico in generale anche per le imprese sociali si sente sempre di più l’esigenza di sfruttare le potenzialità dei social network, web community, piattaforme e dello stesso web sovraccarico di informazioni, mettendo in rete social business, operatori ed utenti 2.0. Durante il seminario verranno analizzati quindi tali bisogni, attraverso una metodologia di ricerca consolidata di ISNET, l’osservatorio sull’impresa sociale, e si svilupperanno spunti di riflessione strategica su tali strumenti innovativi e sul come rendere l’impresa sociale “aperta” verso un nuovo sistema di comunità interattiva per uno scambio di conoscenze e di business collaboration, con lo scopo non solo di creare nuove opportunità di crescita e d’innovazione ma di ampliare la propria rete, rendendo il web uno strumento di scambio informativo, formativo ed esperienziale.

I partecipanti saranno operatori sociali, organizzazioni del terzo settore, manager di imprese sociali, imprenditori, rappresentanti del non profit e chiunque fosse interessato alla tematica, al fine di tracciare gli scenari attuali e futuri grazie al contributo di relatori ed esperti del settore.

Durata: 15.00-18.00

Relatori:

-Laura Bongiovanni (ISNET)

-Antonio Savarese (Datamanager)

-Paolo Lubrano (Informatici senza frontiere)

Focus group: i bisogni sociali delle imprese sociali partecipanti e sulle loro esigenze tecnologiche moderato da Laura Bongiovanni

Presso: TecnologyBiz – Centro Congressi, Stazione Marittima Molo Angioino – Napoli

Informazioni a 081-5529149 o segreteria@pja2001.eu

Gli interventi saranno di circa 30 minuti per ciascuno dei tre relatori con domande specifiche dal pubblico, ipoteticamente di massimo 30/40 persone.

Vi aspettiamo!